Seleziona la tua lingua: 

 

Tutte le porte blindate sono certificate secondo le normative europee antieffrazione che le classifica secondo il loro grado di resistenza allo scasso. Il gradi di sicurezza della porta è stabilito dalla classe di appartenenza sulla base del superamento di prove di scasso altamente selettive realizzate da preposti laboratori ed istituti di certificazione ufficialmente riconosciuti.

Solo i prodotti certificati antieffrazione possono garantire la qualità e assicurare il grado di resistenza al consumatore.


Le nostre porte blindate sono certificate tutte e garantiscono ai nostri clienti livelli qualitativi massimi. La norma richiede che il campione sia sottoposto per la qualificazione a tre tipi di prove di resistenza:


carico statico (definite dalla UNI ENV 1628:2000)
carico dinamico (definite dalla UNI ENV 1629:2000)
azione manuale di effrazione (definite dalla UNI ENV 1630:2000)
Sulla base dei risultati ottenuti, degli strumenti impiegati e dei tempi di resistenza nelle prove le porte blindate vengono classificate secondo tre classi di sicurezza.


Classe 2
Consigliate per appartamenti in condomini e uffici industriali con rischio medio:

Carico statico: applicazione di 3kN (circa 300Kg).
Carico dinamico: massa di 30Kg fatta oscillare tramite cavo d'acciaio da un altezza di 800mm.
Attacco manuale: lo scassinatore occasionale cerca di forzare la porta usando cacciaviti, pinza regolabile, tenaglie e cunei.


Classe 2

♦ Scocca in acciaio elettrozincato 10/10
♦ 4 rostri fissi
♦ 7 punti di chiusura
♦ Serratura a cilindro europeo (vedi schema)
♦ Cerniere registrabili
♦ Telaio in acciaio 20/10 verniciatura di serie grigio antracite
♦ Controtelaio in acciaio 25/10 con 8 zanche di fissaggio
    con predisposizione per fissaggio con tassello chimico
♦ Limitatore d’apertura
♦ Soglia mobile paraspiffero
♦ Spioncino grandangolare
♦ Carenature in lamiera plastificata effetto inox
♦ Guarnizione di battuta sull'anta
♦ Coibentazione interna parziale con polistirene espanso


Classe 3
Consigliate per uffici o edifici industriali e villette signorili con rischio medio-alto:
Carico statico: applicazione di 6kN (circa 600Kg).
Carico dinamico: massa di 30Kg fatta oscillare tramite cavo d'acciaio da un altezza di 1200mm.
Attacco manuale: lo scassinatore tenta di entrare usando, in aggiunta agli attrezzi della classe 2, un cacciavite e un piede di porco.

 Classe 3

♦ Scocca doppia lamiera in acciaio elettrozincato 10/10
♦ 4 rostri fissi
♦ 10 punti di chiusura
♦ Doppia serratura a doppia mappa e cilindro europeo
♦ Cerniere registrabili
♦ Telaio in acciaio 20/10 verniciatura di serie grigio antracite
♦ Controtelaio in acciaio 25/10 con 8 zanche di fissaggio
   con predisposizione per fissaggio con tassello chimico
♦ Limitatore d’apertura
♦ Soglia mobile paraspiffero estraibile lato serratura
♦ Spioncino grandangolare
♦ Carenature in acciaio inox
♦ Fissaggio pannello interno con angolare in legno
♦ Doppia guarnizione di battuta sull'anta e sul telaio
♦ Guarnizione autoespandente tra telaio e controtelaio
♦ Coibentazione interna con polistirene espanso
Classe 4
Consigliate per villette e appartamenti isolati con beni di lusso, uffici industriali, banche e gioiellerie o particolari tipi di edifici con rischio alto:
Carico statico: applicazione di 10kN (circa 1000Kg).
Carico dinamico: massa di 30Kg fatta oscillare tramite cavo d'acciaio da un altezza di 1200mm.
Attacco manuale: lo scassinatore esperto usa, in aggiunta a quanto sopra, seghe, martelli pesanti, scalpelli, ecc...


Classe 4

         
♦ Scocca doppia lamiera in acciaio elettrozincato 10/10 con rinforzi
♦ 4 rostri fissi piatti dentati
♦ 9 punti di chiusura di cui 5 con ganasce
♦ Serratura predisposta per cilindro a profilo europeo (vedi schema)
♦ Cerniere registrabili
♦ Telaio in acciaio 20/10 verniciatura di serie grigio antracite
♦ Controtelaio in acciaio 25/10 con 8 zanche di fissaggio
   con predisposizione per fissaggio con tassello chimico
♦ Limitatore d’apertura
♦ Soglia mobile paraspiffero estraibile lato serratura
♦ Spioncino grandangolare
♦ Carenatura in acciaio inox
♦ Modello non finestrabile fissaggio pannello interno con angolari in legno
♦ Doppia guarnizione di battuta sull'anta e sul telaio
♦ Guarnizione autoespandente tra telaio e controtelaio 
♦ Coibentazione interna in ecoten e polistirene espanso